F.A.Q. - ginocchio

Cos'è una protesi di ginocchio?

Il ginocchio è composto da 3 articolazioni.

Le protesi di ginocchio "monocompartimentali", sostituiscono soltanto una di queste articolazioni. Le protesi totali sostituiscono tutte e tre le articolazioni.

In quali casi si ha bisogno di una protesi di ginocchio?

Quando l'usura articolare diventa troppo fastidiosa e limitante nelle vita quotidiana e quando la fisioterapia ed i trattamenti farmacologici (antiinfiammatori, infiltrazioni) non sono più efficaci.

La causa più frequente è la gonartrosi (artrosi del ginocchio), malattia reumatologica; altre cause sono i postumi di frattura.

Quali sono i sintomi della rottura del legamento del ginocchio?

I legamenti del ginocchio (crociato anteriore, crociato posteriore, collaterale interno e collaterale esterno) possono lesionarsi a seguito di un evento traumatico.

Il legamento che più frequentemente va incontro a rottura è il legamento crociato anteriore (LCA), mentre gli altri legamenti si lesionano più raramente.

In tutti i casi di rottura di legamenti, la sintomatologia è simile: dolore, tumefazione e versamento articolare interno, spesso di sangue.

Nella rottura del LCA si ha la sensazione particolare di "fuoriuscita" del ginocchio, con un rumore sordo simile ad un "crack" e difficoltà/instabilità nella deambulazione.

Posso essere sottoposto ad intervento durante la fase acuta dell'infiammazione?

Si preferisce operare a distanza di qualche settimana superata la fase acuta ed una volta recuperato un certo grado di mobilità.

Si deve sempre operare una lesione dei legamenti del ginocchio?

In tutti i casi in cui il ginocchio da segni di cedimento frequenti e l’instabilità articolare pregiudica le normali attività quotidiane si deve far ricorso alla soluzione chirurgica.

In caso contrario si espone il ginocchio al rischio di ulteriori danni quali: lesioni ai menischi e alla cartilagine con progressione dell’usura articolare (artrosi).